Su Tempiesu

project

  • archeologia, CulturaCategory
  • COME ARRIVARE: Dal paese di Orune, seguire le indicazioni per ‘Fonte sacra Su Tempiesu’. La strada conduce direttamente al Centro Servizi della Cooperativa L.A.R.Co. Loc. Sa costa ‘e sa binza, 08020 Orune (NU)
  • Cooperativa L.A.R.Co - Orune tel. 328 7565148 mail: cooplarco@tiscali.it
photo
photo
photo
photo

Nell’estate del 1953, durate i lavori di terrazzamento per la realizzazione di un orto, la famiglia Sanna s’imbatté in uno dei monumenti più rappresentativi della Sardegna Nuragica: una fonte sacra dedicata al culto delle acque, uno degli esempi più raffinati di architettura religiosa dell’età nuragica.

Il tempio sorge in località Sa Costa ‘e Sa Binza, poco fuori dal centro abitato di Orune (NU). Il nome deriva dagli antichi proprietari della terra, i Sanna, di Tempio, produttori di carbone e conciatori di pelli, chiamati a Orune Sos Tempiesos.

Su Tempiesu costituisce una delle testimonianze più originali delle strutture di pozzo sacro nuragiche.

Datata alla fine del II millennio a.C., il luogo di culto fu frequentato sino all’età del Ferro.

Il monumento, scavato da un giovane archeologo di Orune, Gian Godeval Davoli, è stato rinvenuto quasi intatto: venne infatti sepolto da una frana che permise la sua conservazione per millenni. Con il suo restauro, ultimato nel 1986, furono rinvenute numerose offerte votive in bronzo (spilloni, collane, statuine raffiguranti offerenti e guerrieri, o personaggi di comando).

Costruito con trachite e basalto, il materiale, non presente nel territorio circostante, molto probabilmente fu trasportato da lontano. Il vano del pozzo è alto in tutto 2 m. e ha un diametro di circa 60 cm., tra le pietre si può ancora vedere il piombo fuso, usato per creare l’impermeabilizzazione del pozzo; i quattro gradini che portano alla sorgente hanno carattere simbolico. Dal pozzo l’acqua  defluisce in un piccolo canale, che attraversa prima l’atrio, poi un blocco di basalto, e un altro blocco di steatite rosa. Infine arriva ad un piccolo pozzo esterno, profondo 90 cm., il quale è dotato di una mensola di pietra per le offerte, ed era probabilmente destinato ai fedeli.

Il sito è gestito dalla Cooperativa L.A.R.Co.

Info qui e qui.