Onanì

project

  • Borghi, Soci del ConsorzioCategory
  • «Tu hai gli occhi azzurri, i piedi e le mani che sembrano culle: sì, in verità santa, le culle di sughero, appese con corde di pelo alle travi delle case di Onanì, sono più piccole delle tue mani» - Grazie Deledda
photo
photo
photo
photo
photo
photo
photo

A metà strada tra Bitti e Lula sorge il paese di Onanì. Sebbene di piccole dimensioni (circa 400 abitanti), tra le sue mura contiene tanti tesori. Sono visibili le grandi epoche storiche, da quella nuragica e prenuragica, rappresentate da nuraghi e domus de janas, a quella medievale, con la chiesa romanica di san Pietro.

A poca distanza del paese sono visitabili altre chiese capestri, arricchite da colorati affreschi dell’artista Diego Asproni. Le opere di quest’ultimo, inoltre, si ripropongono tra le strade del paese, attraverso grandi murales che ripercorrono la storia e le tradizioni della comunità. Molti di questi sono inoltre eseguiti dai ragazzi dell’Accademia di Brera e dai bambini del paese, con il coordinamento di Carina Pinna, Giorgio Bundone e M.Antonietta Satta.

Info.

[ready_google_map id=’4′]