Archive: set 2014

  1. Su tenore, canto dalle forme arcaiche

    Leave a Comment

    L’immagine comune vede il pastore come un uomo solo, immerso nella natura, tra i suoi animali. E forse è proprio da questi elementi che gli antichi hanno preso ispirazione per sviluppare uno dei tratti più affascinanti e allo stesso misteriosi del pastoralismo: il canto a tenore. (altro…)


  2. Bitti a memoria : immagini per ricordare

    Leave a Comment

    Sino al 4 Ottobre Bitti ospita una esposizione fotografica importante. Ed è tale per tanti motivi.

    E’ importante perché si parla di memoria. E’ questo il filo conduttore. Come Arianna, seguendo questo filo fatto per immagini, si percorre un po’ di storia recente. (altro…)


  3. Romanzesu: emozionante espressione di un’antica civiltà

    Leave a Comment

    A pochi chilometri dal centro di Bitti, tra sugherete e la foce del Tirso, incontriamo uno dei siti archeologici più importanti dell’isola:

    Limitandoci al nome, Romanzesu ci parla di romani (“son arrivati proprio dappertutto”, vien da pensare), di colonizzazione, conquista, istranzos (stranieri) che come tanti altri hanno avuto l’ardire di fare propria questa terra.

    (altro…)


  4. Viaggio al centro della terra: la miniera Sos Enattos

    Leave a Comment

    Sito di interesse comunitario, il Montalbo conserva in sé dei veri e propri tesori e il sottosuolo non è da meno.

    Nel territorio di Lula (NU), a pochi chilometri dal centro abitato, si trova la miniera Sos Enattos, inserita all’interno del Parco Geominerario della Sardegna, i cui ultimi minatori si dedicano con passione e impegno nel far conoscere gli aspetti di un duro lavoro ormai quasi dimenticato. (altro…)


  5. Dalla costa all’entroterra: lungo la SP3

    Leave a Comment

    Avete mai provato la sensazione di stare sospesi tra due mondi?

    E’ più o meno questo ciò che si può provare percorrendo la strada provinciale 3 che da Siniscola porta all’entroterra, verso i paesi di Lula e Onanì.

    La “meta” che vi proponiamo è un viaggio lungo un’antica via, dove ci si lascia alle spalle l’azzurro del mare per andare incontro al verde della vegetazione e al bianco delle punte calcaree del Montalbo. (altro…)


  6. Terra di Sardegna, terra dei cinque sensi

    Leave a Comment

    La nascita del Consorzio Terra di Sardegna rappresenta un nuovo inizio nel territorio della Baronia-Nuorese.  Con l’obiettivo di promuovere questa parte della Provincia di Nuoro  a 360°, il consorzio intraprende un nuovo cammino, proprio in quella terra – la Sardegna – dove nel sentire comune regna ancora il detto pocos, locos y mal unidos (“pochi, matti e malamente uniti”), attribuito erroneamente all’imperatore spagnolo Carlo V, o, se vogliamo dirlo alla sarda, chentu concas, chentu berrittas (“cento teste, cento copricapi”),  entrambi a indicare l’individualismo e la scarsa propensione ad agire in comune del popolo isolano. (altro…)